friuli-venezia-giulia-misure-smart-working

Bando per MPI, lavoratori autonomi e coop.

Come diverse altre regioni, anche il Friuli-Venezia-Giulia ha avviato, all’interno del POR FSE 2014-2020, un’iniziativa per incentivare la diffusione dello smart working presso le imprese locali. Si tratta di un bando straordinario per fronteggiare l’emergenza sanitaria in atto, disponibile per :

  • micro e piccole imprese
  • lavoratori autonomi
  • cooperative e consorzi

Il bando è suddiviso in due azioni, A e B, la prima obbligatoria, la seconda opzionale.

Azione A

La prima azione prevede finanziamenti per attività di consulenza e formazione finalizzate all’adozione di un piano straordinario di smart working.

All’interno dell’azione A vengono poi distinte due ulteriori fasi: A1, che riguarda le attività preliminari A2 che concerne le attività di formazione per il personale dell’impresa.

A1 può finanziare progetti fino ad un massimo di spesa di 3 mila euro, mentre A2 fino ad 4737,60 euro.

Azione B

L’azione B copre invece l’acquisto di strumenti tecnologici (hardware software) necessari all’attuazione di un piano di smart working.

La spesa massima consentita è di 4 mila euro ed è interamente coperta dalle risorse del POR FSE.

Tempistiche

È possibile presentare la domanda a partire dalle ore 10 di giovedì 21 maggio fino alle ore 12 di venerdì 19 giugno.

L’articolo FRIULI-VENEZIA-GIULIA NUOVA MISURA PER LO SMARTWORKING sembra essere il primo su Golden Group.

Leggi l'articolo su www.goldengroup.biz